229

DRONE.ITA

DRONE ITA


facebook

Tutto ciò che vuoi sapere...

DRONE ITA: web-magazine / blog sui droni ad utilizzo ricreativo (amatoriale) e professionale. Sito web nato per passione, nel mese di Febbraio 2019 e già leader nell'informare i suoi lettori sul settore dei droni e sulla normativa inerente questo settore. Prima di utilizzare i contenuti di questo sito vogliate consultare il DISCLAIMER  Copyright. All Rights reserved by wizrd entertainment

Scegliere il drone che fa per te!

Ho deciso di acquistare un drone: quale sarà il migliore?

 

Sul mercato esistono alcune differenti tipologie di droni; non si differenziano soltanto per il prezzo, ma anche per il tipo di utilizzo che si ha intenzione di farne.

 

Bisogna quindi, prima di tutto, tenere conto dei seguenti fattori:

 

Dimensioni e peso:

 

esistono modelli veramente molto piccoli, nanodroni, che possono avere un'autonomia di 3/4 minuti di volo e che hanno anche un prezzo moto contenuto, questi droni, a differenza di quanto si possa pensare, sono, per assurdo, i più difficili da pilotare, in quanto non hanno alcun sistema di controllo automatico, non hanno il gps e non rimangono in hovering da soli. Il loro comportamento in volo è quindi abbastanza instabile. Il vantaggio è che essendo molto leggeri, anche in caso di schianto, difficilmente si rompono. Possono essere usati da un prncipiante? Probabilmente sì, a patto che li si faccia volare all'esterno e lontano dai nostri soprammobili. Questi nanodroni possono essere un'ottima palestra per allenare le nostre capacità di volo. Il loro prezzo varia dai 25 ai 70 Euro, tutto sommato, alla portata di tutti.

 

Alcuni esempi di nanodroni, tra i più validi in commercio:

 

-Scorpion T36

-Eachine E016H

-Parrot Mambo

 

Esistono poi dei droni tecnologicamente più evoluti ed in grado di dare soddisfazioni maggiori a chi ne è in possesso, questi droni sono leggermente più grandi di quelli citati sopra ed hanno anche una maggiore autonomia, spesso fino a 10 minuti. Alcuni di essi sono anche dotati di videocamera (non sempre Full Hd) e controllabili con lo smartphone, altri modelli hanno il loro radiocomando. La loro fascia di prezzo va dai 70 ai 160 Euro.

 

Alcuni esempi che riteniamo validi:

 

-DJI Tello

-Goolsky JJR

-Potensic T18

 

 

Sistema di controllo, raggio d’azione, altezza e velocità massime:

 

esistono droni comandabili tramite radiocomandi dal raggio d’azione abbastanza ridotto e dalla contenuta quota massima raggiungibile. Altri invece sono comandabili via Wi-Fi, con l’ausilio di uno smartphone o un tablet, come abbiamo detto, anche in questo caso con raggio d’azione non troppo elevato.

Altri modelli, invece, tramite radiocomandi professionali, possono portare il drone a decine e decine di metri di distanza, e sono anche capaci di raggiungere velocità considerevoli.

Ricordiamo che, ad oggi, tutti i droni che vanno in volo per hobby, e non per necessità lavorative, devono rimanere ad una distanza tale che il pilota li possa vedere ad occhio nudo (indicativamente 200 metri).

 

Droni più evoluti e sicuramente più semplici da pilotare, sono quelli dotati di sensori, gps, e software altamente tecnologico. Questi droni hanno delle videocamere che possono filmare sino alla qualità 4K (30 fps), hanno la possibilità di atterrare automaticamente prima che si esaurisca la batteria, possono tornare da soli al punto di decollo (Return To Home), possono seguire un soggetto indicato dal pilota (ActiveTrack) ed hanno alcuni preset di volo per fare video pronti per essere condivisi sui social. Questi droni arrivano ad avere un'autonomia di volo di 15 - 18 minuti e possono volare ben oltre i 200 metri di distanza. Sebbene non sia possibile farlo, possono spingersi oltre un chilometro e mezzo. A questo ptoposito vi consigliamo di leggere quale sia l'attuale normativa in merito all'utilizzo corretto del vostro drone.

 

Alcuni esempi di droni molto interessanti:

 

-DJI Spark

-Dji Mavic Air

-Parrot Anafi

 

 

Autonomia della batteria:

 

generalmente i droni offrono un’autonomia sufficiente per potersi divertire alcuni minuti (raramente più di 25/27 minuti) o scattare decine di foto, si tratta però di un parametro variabile, da valutare anch'esso, prima dell’acquisto, in base alle vostre esigenze. Prendere un drone come il Tello significa poter effettuare un volo abbastanza breve per poi attendere almeno un'ora per ricaricare la batteria.

Molti droni, al contrario, offrono anche un sistema di batterie sostituibili, come ad esempio il già menzionato Mavic Air. In questo caso portare con sé un paio di batterie significherebbe avere un'autonomia di oltre 30 minuti e, credetemi, è più che sufficiente per portare a casa tante clip video e/o un ottimo numero di scatti fotografici.

 

 

Supporto a foto e videocamera:

 

quasi tutti i droni più recenti, anche qualche modello tra i più economici, integrano una videocamera, con la quale scattare foto ed effettuare riprese dall’alto, molto suggestive.

La qualità delle stesse si ripercuote decisamente sul prezzo, ma non potrebbe essere diversamente. Alcuni droni fanno della videocamera il loro punto di forza, sono pensate per avere scatti fotorafici di qualità superiore (sino a 20 Mpx) e video superlativi.

I droni che montano queste videocamere sono, per forza di cose, i più evoluti in commercio perché, all'alto valore dell'apparechio fotografico, deve per forza corrispondere anche un quadricottero altrettanto performate. Sono capaci di effettuare video stabilizzati ad alto numero di fps, qualità 4K ad alti bitrate, compressione video H.264 e H.265 etc... Questi droni hanno diversi utili automatismi, sensori anticollisione, gps, led di illuminazione del suolo e molto altro. 

 

Alcuni esempi che riteniamo validi:

 

-DJI Mavic 2 Zoom

-DJI Mavic 2 PRO

-DJI Phantom 4 Advance

 

 

Create a website